Marco Ferri
0
  • Non hai ancora nessuna opera nel carrello!
Totale: 0,00

Marco Ferri

Marco Ferri

L’arte contemporanea di Marco Ferri tra le righe

Scopriamo la ricerca di Marco Ferri attraverso le parole di due critiche che hanno raccontato recentemente il suo lavoro, imprescindibilmente legato alla sua terra natale, Tarquinia, dove l’artista ha la sua residenza/atelier, influenzato dalle cromie scolorite dell’arte etrusca, dalle suggestioni visive del passato, che ha assimilato e restituito nelle sue opere dando forma e contenuto ad un dialogo incessante tra memoria e presente. 

‘Nel suo humus si sovrappone alla tradizione etrusca, di luoghi celati e trasudanti di malinconia, l’apparente silenzio dei borghi viterbesi, il ritmo lento, ma operoso degli artigiani, la suggestione dei mercatini di piazza, il ricordo vivo dell’infanzia che scorrazzava giocosa tra le vie. Il suo lavoro si nutre di storia, si impossessa del tempo, in una fusione di vecchio e nuovo. Nulla muore se continua ad avere vita. Così vecchi oggetti e vetusti materiali diventano nuove composizioni con le quali dialogare.”

Con queste parole Anna Lisa Ghirardi ci offre il ritratto di un artista che vive ai margini tra il proprio mondo interiore e il tempo del mondo.

L’artista non distingue l’azione del raccogliere da quella del creare, il passato dal presente, l’altrove e il qui, tutto è fagocitato in uno spazio che tende a superare i confini spaziali e temporali. Nella sua opera c’è la consapevolezza che non nasciamo senza memoria, che il nostro pensare e il nostro fare è prosecuzione di un cammino iniziato molto tempo prima e che proseguirà oltre noi”.

La lezione morandiana, che si riflette nell’amore per gli oggetti semplici e potenti, per le forme primordiali, per l’attenzione verso tutto ciò che il suo sguardo trova familiare e vicino, lo porta a tradurre nella superficie delle opere la profondità di ciò che resta celato e invisibile, stabilendo “tra le righe” dei suoi lavori, la soglia tra un prima e un dopo, l’essere e la sua negazione. 

Come nota Barbara Aniello, parlando dei lavori recenti della serie “Tra le righe”, la sperimentazione ludica di Marco Ferri, giocata a prima vista sull’equilibrio tra linee orizzontali e linee verticali, non deve ingannare lo spettatore perché il suo vero timbro si percepisce ad un secondo sguardo, quando,

 “immergendoci tra le righe della sua partitura, ci sorprendiamo a seguire il canto silenzioso e continuo del suo supporto. È proprio lui, il supporto, ad emergere discretamente e assertivamente dal fondo al primo piano, avanzando verso lo spettatore, a patto che costui eserciti un secondo sguardo.”  

Attraverso il supporto, l’artista rivela il suo timbro, la materia della superficie invecchiata, usurata, scolorita, graffiata, diventa, nelle parole della critica, 

 “il pre-testo o un non-testo, mentre il vero messaggio è affidato al timbro puntinato, circoscritto o dilagato, che acidi sversati sulla tela creano, abbreviandone distanze, dilatandone spazi e confondendone tempi.

(…) E ti chiedi: «L’artista chi è? Un compositore, un poeta, uno scultore del tempo?».
Risponde lui: «Sono appena un arnese».
Un arnese originale perchè torna all’origine del linguaggio artistico; 

un arnese che scende dal suo piedistallo di demiurgo e si mette alla stregua della materia;
un arnese che tra melodia e armonia sceglie di incarnare il timbro, quella qualità del suono-colore che lo identifica tra tutti gli altri. (Barbara Aniello)

Marco Ferri collabora con la Galleria Il Sole da più di dieci anni, esponendo in mostre personali, tra cui ricordiamo “Mal tempo stesso e viceversa” nel 2019 e “Se un giorno per caso un colpo di vento” nel 2017 e collettive. Sue opere sono inoltre entrate a far parte della Collezione di Arte Contemporanea della Banca d’Italia.

Gli ultimi articoli
  • Massimo-Catalani- Navighiamo con l'arte


Acquista le opere
dei nostri artisti

I NOSTRI ARTISTI

La galleria collabora con una ventina di artisti: ai rapporti ormai consolidati si affiancano le nuove proposte, in continua ricerca delle espressioni più attuali che il variegato panorama dell’arte sa offrire.

LE ESPOSIZIONI

Lo spazio ospita ogni mese mostre personali e collettive dei propri artisti. Le esposizioni sono caratterizzate da una varietà di temi che spazia dalla rappresentazione del paesaggio urbano, fino alle espressioni più astratte.

Acquista le opere
dei nostri artisti

I NOSTRI ARTISTI

La galleria collabora con una ventina di artisti: ai rapporti ormai consolidati si affiancano le nuove proposte, in continua ricerca delle espressioni più attuali che il variegato panorama dell’arte sa offrire.

LE ESPOSIZIONI

Lo spazio ospita ogni mese mostre personali e collettive dei propri artisti. Le esposizioni sono caratterizzate da una varietà di temi che spazia dalla rappresentazione del paesaggio urbano, fino alle espressioni più astratte.